Crostata di grano saraceno con ricotta e lemon curd

Un tavolo apparecchiato, quattro amiche a cena. Quattro amiche che si vedono poco, ciascuna “rapita” dalla propria vita. Quattro amiche che hanno avuto la fortuna di lavorare insieme, qualche anno fa. Vi immaginate la quantità di ricordi, episodi, pettegolezzi che possono emergere durante una cena di questo tipo? Serate magiche… Quando ci si ritrova, è come se ci si fosse salutate l’altro ieri. E tra una risata e un aneddoto, la situazione era più o meno questa: Pamela ha assaggiato e commentato ogni portata in pieno stile Masterchef mentre Meri ha voluto sapere per filo e per segno la ricetta di tutti i piatti transitati sulla tavola (grande soddisfazione: è un’ottima cuoca!). Io invece ho rotto le scatole a Virna per avere la ricetta della sua crostata, che è stata il nostro dolce di fine cena: è molto particolare e parecchio buona, e prevede l’utilizzo di farine alternative e una farcitura di lemon curd e ricotta. L’ho rifatta seguendo le sue dosi e mi è venuta perfetta. Grazie, Virna!

Crostata di grano saraceno con ricotta e lemon curd

per la pasta frolla:
100 g di farina di grano saraceno
100 g di farina di riso
100 g di farina integrale
1 uovo
150 g di zucchero integrale bio
175 g di burro

per il ripieno:
250 g di ricotta cremosa
3 cucchiai di lemon curd (vedere qui)

Lavorare insieme tutti gli ingredienti per la frolla e compattarli velocemente fino a formare una palla. Stendere la pasta con il mattarello, tra due fogli di carta da forno, e rivestire uno stampo da crostata (io l’ho usato in silicone, se usate uno stampo tradizionale appoggiate direttamente la carta forno). Tenere da parte eventuali “briciole” di pasta avanzate. Mettere il tutto in frigorifero per almeno un’ora. Intanto, mescolare la ricotta con il lemon curd e tenere da parte. Prima di togliere la pasta dal frigo, accendere il forno (a 180°, statico). Bucherellare la pasta con i rebbi di una forchetta e versare sulla pasta la crema di ricotta, completando la superficie della torta con le classiche strisce di pasta frolla oppure con delle briciole di pasta (come nel mio caso). Appena il forno ha raggiunto la temperatura cuocere la crostata per 25/30 minuti (dipende comunque dal forno) controllando che il bordo diventi bello colorato. Far raffreddare la crostata per bene prima di sformarla, con delicatezza.
3 Comments
  1. No Lucy…abbiamo ricontrato anche noi qualche problemino…Stiamo facendo dei lavori tecnici (per trasformare il blog in sito…) e forse c’è qualche pasticcio in atto…santa pazienza…un bacione cara

Leave a Reply

Your email address will not be published.