La Torta Margherita (senza glutine e senza lievito)

Un tempo era la torta dei festeggiamenti per antonomasia, quella che si preparava per compleanni e feste comandate, servita sempre insieme a un bicchierino di vino dolce. Stiamo parlando della Torta Margherita (o “pasta margherita”, come la definisce Pellegrino Artusi), davvero un classico della tradizione pasticcera del nostro Paese. È una torta semplicissima, di origine contadina: ha una consistenza simile al pan di Spagna e si prepara con uova, zucchero e fecola di patate. Artusi inserisce tra gli ingredienti anche “l’agre di limone”, ma la ricetta di famiglia che usiamo da tempo immemore non lo prevede. La Torta Margherita probabilmente è chiamata così per la forma che assume quando viene tagliata a spicchi, spolverata completamente di zucchero a velo: nella zona del mantovano che confina con il Veneto si preparava sempre per il giorno di Pasqua e la si cuoceva all’aperto, sotto la brace, ma in alcune famiglie era usanza prepararla anche il giorno di Natale, servita con vino fragolino. Inutile dire che a colazione è strepitosa… Ecco la ricetta della Torta Margherita (senza glutine e senza lievito) presente sul nostro libro “I Piatti delle Feste” (Gribaudo).

La Torta Margherita (senza glutine e senza lievito)

Ingredienti

120 g di fecola di patate

150 g di zucchero semolato

4 uova

zucchero a velo

Separate i tuorli dagli albumi e montate questi ultimi a neve.

Montate a lungo, con le fruste elettriche, i quattro tuorli con lo zucchero. Aggiungete anche la fecola di patate e lavorate molto bene il tutto per diversi minuti, sempre con le fruste elettriche. Unite anche gli albumi montati a neve e incorporateli con delicatezza al composto, mescolando dal basso verso l’alto, con un cucchiaio di legno. Imburrate e infarinate uno stampo a cerniera del diametro di 20 cm, versatevi l’impasto e fate cuocere a in forno già caldo a 170°C per circa 40 minuti (fate una prova inserendo uno stecchino: se risulta asciutto il dolce è pronto). Lasciate raffreddare il dolce prima di sformarlo e servitelo cosparso abbondantemente di zucchero a velo.

Altre idee per dei dolci semplici, da colazione? Provate la Torta allo yogurt e prugne secche oppure la Ciambella variegata.

No Comments Yet

Comments are closed